Newsletter
Iscriviti alla newsletter
Iscriviti
Mediacritica
Mediateche FVG
Mediateca "Mario Quargnolo"
visionario.movie/mediateca
Via Asquini, 33
33100 - Udine
Tel: 0432 - 298761
Mediateca di Cinemazero
mediateca.cinemazero.it
c/o Palazzo Badini
via Mazzini, 2
33170 - Pordenone
Tel: 0434 - 520945
La Cappella Underground
www.lacappellaunderground.org
c/o Palazzo Galatti
via Roma, 19
34132 - Trieste
Tel: 040 - 3220551
Presentazione
Regolamento Mediateche FVG
Link utili
 
Con il sostegno di
 
Info
Mediateca.GO "Ugo Casiraghi"
mediateca provinciale di Gorizia

Via G. Bombi, 7
34170 - Gorizia

Tel +39 0481 534604
fax +39 0481 539535
info@mediateca.go.it

Sala studio
dal lunedì al venerdì
dalle 15 alle 19

Distribuzione
dal lunedì al venerdì
dalle 15 alle 19

 
 
Kinemax
 
QUADROPHENIA (Gran Bretagna, 1979) di Franc Roddam
Adolescente in rotta di collisione con la famiglia, leader naturale e inconsapevole della sua banda, Jimmy si perde in scorribande notturne, evasioni artificiali e atti di teppismo spicciolo, resistendo alle cariche di poliziotti e all'autorità dei genitori. Al raduno di Brighton del 1964 ha il battesimo del fuoco che lo consacra come Mod, ma nel corso degli scontri con gli odiati rivali dei Rockers è catturato dalla polizia. Abbandonato dalla ragazza che ama e dal resto della banda, sperimenterà un profondo senso di solitudine. Franc Roddam (all'esordio nel lungometraggio, come buona parte degli attori, non ancora ventenni) ripercorre con sentita partecipazione musica, temi e luoghi che fecero la leggenda della band The Who, primo riferimento culturale di molti ragazzi dell'epoca, e compone un quadro avvolgente della ribellione giovanile anni '60, declinato nelle forme della sottocultura Mod. In parte tributo nostalgico, efficace al punto da diventare un cult che diede nuova linfa alla seconda ondata del movimento, in parte (quella finale) ripensamento più maturo e amaro dell'intera esperienza, Quadrophenia è un film-manifesto corale e intimista al tempo stesso. Il ritratto sofferente del protagonista Jimmy scandaglia il disorientamento di un'intera generazione sedotta e abbandonata da ideali vacui e codici accessori, destinati a esaurirsi in sé, bruciando in fretta nel passaggio dall'adolescenza all'età adulta. Consumato il distacco dal gruppo, la solitudine e il senso di fragilità che ne deriva, rimane il rock, qui veicolo diretto e sincero di affermazione identitaria, disperata ricerca di un senso di appartenenza.
Valerio Pelosi
Miniatura immagine
Interpreti: Phil Daniels, Leslie Ash, Philip Davis, Mark Wingett, Sting, Garry Cooper Genere: musicale Durata: 113 minuti Audio: Italiano, Dolby Digital 2.0 stereo; inglese, Dolby Digital 2.0 stereo Lingua sottotitoli: italiano – inglese Confezione speciale con packaging metallico in formato orizzontale. Per saperne di più: http://www.quadrophenia.net/