Newsletter
Iscriviti alla newsletter
Iscriviti
Mediacritica
Mediateche FVG
Mediateca "Mario Quargnolo"
visionario.movie/mediateca
Via Asquini, 33
33100 - Udine
Tel: 0432 - 298761
Mediateca di Cinemazero
mediateca.cinemazero.it
c/o Palazzo Badini
via Mazzini, 2
33170 - Pordenone
Tel: 0434 - 520945
La Cappella Underground
www.lacappellaunderground.org
c/o Palazzo Galatti
via Roma, 19
34132 - Trieste
Tel: 040 - 3220551
Presentazione
Regolamento Mediateche FVG
Link utili
 
Con il sostegno di
 
Info
Mediateca.GO "Ugo Casiraghi"
mediateca provinciale di Gorizia

Via G. Bombi, 7
34170 - Gorizia

Tel +39 0481 534604
fax +39 0481 539535
info@mediateca.go.it

Sala studio
dal lunedì al venerdì
dalle 15 alle 19

Distribuzione
dal lunedì al venerdì
dalle 15 alle 19

 
 
Kinemax
 
LIBERAMI
Liberami mostra il mondo dell'esorcismo in Sicilia attraverso il punto di vista di Padre Cataldo, il prete esoterico più richiesto nell'isola.

Le tematiche del demonio e dell'esorcizzazione, che nel cinema sono da tempo stereotipo dei film horror, con il documentario della Di Giacomo entrano a far parte della nostra attualità.

Ogni giorno decine di persone chiedono aiuto a Padre Cataldo: chi per sfogarsi, chi per ricevere l'esorcizzazione, la domanda è così forte che le persone devono fissare un appuntamento o mettersi in coda.

È impressionante quanto sia vario il mondo dell'esorcismo e quanto sia ampio il raggio delle persone che ne fanno parte.

Il prete si fa carico delle più svariate situazioni sociali e psicologiche, offre un servizio a tempo pieno, persino telefonico.
Miniatura immagine
L'esorcizzazione può coinvolgere le presenza dei soli familiari o anche l'intera comunità di fedeli, e sono le scene delle messe esoteriche le più conturbanti.

Il film di Federica Di Giacomo non si vuole interrogare sull'esistenza di Satana o sulla validità delle pratiche, ma osserva una condizione sociale di forte crisi, dove le persone prima di recarsi dal prete, si sono rivolte a medici, psicologi o presunti stregoni.

Le impressionanti scene di pratica esoterica si intercambiano a frammenti di vita quotidiana, che ci permettono di comprendere il contesto personale in cui vivono le persone possedute, la loro rete di relazioni. Le relazioni sono al centro del racconto, la relazione con Dio inanzitutto, dove, per Padre Cataldo, si trova la via di liberazione dal demonio, la relazione con gli altri, con chi provoca queste sofferenze e con chi aiuta a uscirne, ed infine la relazione con noi stessi, con i nostri incubi, con i nostri demoni interiori.

Il documentario si conclude in questo centro di formazione di preti esoterici: sono numerosi, vengono da tutto il mondo, tra loro c'è anche Padre Cataldo, ripreso mentre deve assentarsi a rispondere a una chiamata, l'ennesima richiesta di aiuto da un fedele.


Anna Naressi