Newsletter
Iscriviti alla newsletter
Iscriviti
Mediacritica
Mediateche FVG
Mediateca "Mario Quargnolo"
visionario.movie/mediateca
Via Asquini, 33
33100 - Udine
Tel: 0432 - 298761
Mediateca di Cinemazero
mediateca.cinemazero.it
c/o Palazzo Badini
via Mazzini, 2
33170 - Pordenone
Tel: 0434 - 520945
La Cappella Underground
www.lacappellaunderground.org
c/o Palazzo Galatti
via Roma, 19
34132 - Trieste
Tel: 040 - 3220551
Presentazione
Regolamento Mediateche FVG
Link utili
 
Con il sostegno di
 
Info
Mediateca.GO "Ugo Casiraghi"
mediateca provinciale di Gorizia

Via G. Bombi, 7
34170 - Gorizia

Tel +39 0481 534604
fax +39 0481 539535
info@mediateca.go.it

Sala studio
dal lunedì al venerdì
dalle 15 alle 19

Distribuzione
dal lunedì al venerdì
dalle 15 alle 19

 
 
Kinemax
 
Filmforum
Gorizia, a partire dal 23 marzo e fino al 29, ospiterà la seconda parte del FilmForum, come sempre incentrata sul rapporto fra Cinema e arti visive contemporanee: Geografie dell’audiovisivo contemporaneo Produzione, ricezione, formazione - è il tema che verrà declinato quest’anno fra workshop, proiezioni e incontri pubblici, sessioni di lavoro per studiosi ed esperti nell’ambito dell’International Film Studies Spring School. La „new wave‟ europea dei cineasti di ricerca si incontrerà quest‟anno a Gorizia FilmForum Festival 2012, dal 23 al 29 marzo:
Miniatura immagine
tanto per cominciare, FilmForum offrirà il primo omaggio organico mai proposto in Italia al giovane regista statunitense Ben Russell, autore del celebrato “Let Each One Go Where He May”, performer e curatore, cineasta particolarmente legato alla ricerca etnografica, autore di un’importante installazione al Museum of Contemporary Art di Chicago. E fra i protagonisti, per la prima volta in Italia, a FilmForum Festival 2012 anche il regista Dominic Gagnon, alla ribalta per i film che attingono da video censurati sul web per il loro contenuto eversivo. Teorico e performer, a Gorizia Gagnon terrà una performance, “Weightless”, che in prima mondiale sarà presentata lunedì 30 gennaio al Centre Pompidou di Parigi, e che farà tappa subito dopo a Gorizia, dove verranno anche proiettati, in prima nazionale, i filmati della terza parte del suo film basato sui video censurati di YouTube che l'artista è stato in grado di scaricare poco prima che venissero rimossi dal sito. Il nuovo film di Gagnon riprende i lavori che hanno creato scandalo in tutto il mondo e fra il popolo della rete: Rip in pieces America del 2009, e il più recente Pieces and Love All to Hell sono stati realizzati attraverso il montaggio di video segnalati per un contenuto eversivo, e attraverso questi film preservati dalla definitiva scomparsa sul web. Il senso del film, oltre che nel lavoro di ricerca, sta soprattutto nel montaggio, che intende inserire quei contenuti in un contesto e restituire loro la dignità di testimonianza non filtrata sugli USA di oggi, fra diari e confessioni su youtube di persone che gravitano fra l'ultradestra e la paranoia. L'artista intreccia poi questi video nella deprimente istantanea di una società caratterizzata da ansia sociale, teorie cospirative e armi automatiche.
Dove e quando
Gorizia
dal 23 al 29 marzo 2012
 
 
Scarica il documento PDF (623kB)