Newsletter
Iscriviti alla newsletter
Iscriviti
Mediacritica
Mediateche FVG
Mediateca "Mario Quargnolo"
visionario.movie/mediateca
Via Asquini, 33
33100 - Udine
Tel: 0432 - 298761
Mediateca di Cinemazero
mediateca.cinemazero.it
c/o Palazzo Badini
via Mazzini, 2
33170 - Pordenone
Tel: 0434 - 520945
La Cappella Underground
www.lacappellaunderground.org
c/o Palazzo Galatti
via Roma, 19
34132 - Trieste
Tel: 040 - 3220551
Presentazione
Regolamento Mediateche FVG
Link utili
 
Con il sostegno di
 
Info
Mediateca.GO "Ugo Casiraghi"
mediateca provinciale di Gorizia

Via G. Bombi, 7
34170 - Gorizia

Tel +39 0481 534604
fax +39 0481 539535
info@mediateca.go.it

Sala studio
dal lunedì al venerdì
dalle 15 alle 19

Distribuzione
dal lunedì al venerdì
dalle 15 alle 19

 
 
Kinemax
 
ANDARE PER I LUOGHI DEL CINEMA
Come gli altri volumi della collana "Ritrovare l'Italia", è un libro breve, motivo per cui tra tutti i luoghi del cinema fanno da portavoci dieci città, con i loro centri urbani, le periferie e i comuni limitrofi.

È un viaggio che salta da una via a un'altra, da un titolo a un altro, da un personaggio a un altro senza che quest'operazione risulti fastidiosa, anzi è ciò che rende la lettura scorrevole.

Un'operazione di scrittura che funziona anche grazie all'aggiunta di brevi note di critica cinematografica e interessanti curiosità sul mondo dello spettacolo, e non solo.

Il viaggio nello stivale parte da Venezia, la città della Mostra internazionale d'arte cinematografica: è la città de La locandiera di Chiarini e di The Tourist, con la coppia Deep-Jolie.

La seconda tappa è Torino, con il suo Museo del Cinema dentro la Mole, e con pellicole quali Cabiria, Profondo rosso, Ossessione e Riso amaro (ambientato nelle periferie).
Miniatura immagine
Dopo Torino, Milano, scelta da Visconti per Rocco e i suoi fratelli e da De Sica per Miracolo a Milano e Ieri, oggi e domani.

In Emilia Romagna sono venuti alla luce Antonioni e Fellini ma la città scelta per questa regione è Bologna, dove è nato il DAMS e dove si ambientano Regalo di Natale e Storie di ragazzi e ragazze di Pupi Avati.

Le vie di Firenze fanno da location per Inferno di Ron Howard, negli Uffizi Dario Argento gira La sindrome di Stendhal, nelle piazze si ambienta invece Amici miei di Monicelli.

Prima tappa del Sud è Bari, di Nino Rota, e di Domenico Procacci, fondatore di Fandango film, e del contemporaneo Checco Zalone, con i suoi record di incassi.

La città dei sassi, Matera, capoluogo della cultura 2019, è stata scelta da Mel Gibson per La passione di Cristo e da Pasolini per il Vangelo secondo Matteo.

Napoli, patria di Anna Maria Ortese, viene omaggiata da Vittorio De Sica in L'oro di Napoli e da Dino Risi in Operazione San Gennaro, e poi, in anni più recenti è l'ambientazione di Gomorra di Garrone e dell'omonima serie tv di successo.

La penultima tappa è Palermo dove spicca, tra tutti Il Gattopardo di Visconti.

Il viaggio si conclude nella capitale, con Cinecittà e il suo nuovo parco divertimenti, e con i capolavori di Roma città aperta, Ladri di biciclette, La grande bellezza, e molti molti altri.

Un libro leggero e piacevole che si presta a essere letto tutto d'un fiato durante un lungo tragitto in treno o in autobus per l'Italia, per spostarsi fisicamente e insieme viaggiare mentalmente nello spazio e nel tempo.

Consigliato a chi vuole ripassare (o meglio "ritrovare", come dice la collana) l'Italia e il suo cinema senza dover affrontare un manuale, a chi già conosce le trame più importanti del neorealismo cinematografico ma ha bisogno di collocarle geograficamente e a chi vuole scoprire qualche curiosità sui luoghi dei film che ha amato e trovare uno stimolo per visitarli dal vivo.

Anna Naressi